Infertilità e Medicina Naturale

Dal punto di vista clinico si definisce infertilità l’incapacità di una coppia a intraprendere e portare a termine una gravidanza, usando in genere come criterio temporale almeno un anno di rapporti sessuali non protetti.
Ovviamente la causa di infertilità può essere ascrivibile sia all’uomo che alla donna ed in entrambi i casi può avere un’origine anatomica o funzionale.

Possiamo parlare di infertilità quando si verifica l’incapacità di una coppia a intraprendere e portare a termine una gravidanza, dopo un anno di rapporti sessuali non protetti. Le cause dell’infertilità di coppia possono essere sia a carico del partner femminile che di quello maschile, oppure ricadere nel campo dei disturbi “funzionali” (senza una causa organica riconoscibile) o della infertilità psicogena.

Le cause funzionali sono largamente diffuse, legate allo stress, all’ansia e allo squilibrio del sistema PNEI (Psico-Neuro-endocrino- immunitario).

Esaminiamo le cause più ricorrenti di infertilità e vediamo come possiamo intervenire con la medicina integrata.
Una tra queste è senza dubbio rappresentata dall’età materna avanzata.
In questa situazione normalmente si dice che gli ovuli sono troppo vecchi e l’FSH è troppo alto, si parte dal concetto che la donna ha una fornitura predeterminata di ovuli che si esaurisce in quantità e qualità con l’età. Ciò non corrisponde alla realtà della medicina olistica. Ultimamente si è dimostrato che le ovaie dei mammiferi hanno cellule staminali indifferenziate che sono in grado di produrre nuovi ovuli per tutta la vita.

Le Nazioni Unite definiscono come età riproduttiva di una donna quella compresa tra 15 e 49 anni; ora il problema da porsi è come possono le donne in età matura far nascere bambini sani?

La risposta è nel nutrire il follicolo nei 90-120 giorni prima dell’ovulazione. Il secondo problema è legato all’FSH alto in risposta ad un ovaio stanco e privo di carica energetica ormonale, ma se nutriamo opportunamente l’ovaio questi diverrà più sensibile ai messaggi ormonali e l’FSH calerà. Se si dispone di un milione di cellule uovo che sono continuamente rigenerate dalle cellule germinali in realtà il problema non esiste. In realtà ogni follicolo rimane allo stato puro potenziale fino a quando non raggiunge la sua fase di crescita. Solo allora se ne determina l’esito. I tanti follicoli elementari nel loro stato iniziale dormiente non hanno ancora iniziato la fase di divisione. Poi, per qualche misterioso segnale, che anche la scienza riproduttiva non capisce, centinaia di follicoli sono risvegliati dal loro stato primordiale di riposo, circa cinque mesi prima che uno di questi sarà selezionato per l’ovulazione. In questa fase, rimangono in uno stato di perfezione biologica finché non iniziano a interagire con l’ambiente.

Tre fattori possono alterare la salute dell’uovo come risultante dello squilibrio del corpo:
1. alimentazione scarsa o inadeguata,
2. segnali ormonali interrotti,
3. flusso di sangue deficitario.

La salute dell’uovo si determina durante la fase di crescita, quando si verifica la sintesi proteica. Tre mesi prima che venga rilasciato, l’uovo inizia a comunicare e a diventare sensibile a fattori ormonali e ambientali.
Quando ci si avvicina alla menopausa, il flusso di sangue alle ovaie è circa cinque volte meno rispetto a quando si era nella fase di piena fecondità. Se il flusso di sangue dell’ovaio è stato compromesso a causa di stress o dell’età, il fluido follicolare conterrà crescenti livelli di VEGF (vascular endothelial growth factor), la stessa sostanza chimica che possiamo trovare in un muscolo cardiaco danneggiato che segnala al corpo che l’organo è in uno stato di asfissia e deve quindi ricevere un flusso di sangue maggiore. Inoltre, la cattiva alimentazione comincerà a mostrare i suoi effetti negativi. Fortunatamente, il sistema può essere molto sensibile alla terapia dietetica e ai giusti integratori alimentari.

Prima di arrivare ai vari metodi di procreazione assistita vale la pena di sperimentare attivamente tre elementi guida che contribuiscono a produrre gravidanze sane in donne con diagnosi di uova di qualità scadente, di età materna avanzata e di FSH alto.

Gli stessi che in caso di insuccesso potremo accoppiare alle varie tecniche di procreazione assistita.
Aumentare il flusso sanguigno: l’agopuntura, la moxibustione, le tecniche di digitopressione, di reflessoterapia pelvica e plantare possono migliorare il flusso di sangue alle ovaie. La funzione di qualsiasi organo migliora con un giusto apporto sanguigno, e questo è particolarmente vero per le ovaie, per i follicoli e le loro uova residenti.

Migliorare l’alimentazione: alcuni integratori alimentari come l’erba di grano, alghe blu-verdi e pappa reale sono noti per influenzare lo stato nutrizionale della salute follicolare, e quindi lo stato delle uova. Evitare lo zucchero, i carboidrati raffinati, il tabacco e il caffè.

Migliorare lo stato psico-emozionale è fondamentale per predisporre il sistema psico-neuro-endocrino-immunologico alla procreazione a tal scopo possono risultare utili il lavaggio emozionale REM e la meditazione.

Ottimizzare l’equilibrio ormonale: utilizzando prescrizioni fitoterapiche o omeopatiche: Il nostro sistema endocrino opera attraverso feedback, il che significa che gli ormoni non funzionano correttamente a meno che non ricevano i segnali giusti dal cervello e dai tessuti.
Se i livelli ormonali sono in equilibrio, e se un adeguato flusso di sangue, di ossigenazione e nutrimento è fornito durante la fase di crescita follicolare, le donne hanno maggiori probabilità di rimanere incinte naturalmente con le proprie uova sane.

Concepire un bambino non può essere un processo di lotta, di nuoto controcorrente contro tutto e tutti, non è possibile “forzare” una gravidanza. Quando lasciamo andare il controllo e allentiamo l’aspettativa sul risultato accettando che rimanere incinta naturalmente è possibile finisce la lotta. Quando finalmente ci rilasciamo, alziamo le mani e lasciamo andare il controllo, allora si apre uno spazio e le nostre energie riproduttive diventano ricettive. Solo allora si potrà dire di essere veramente pronti.

TEST DA PORTARE ALLA PRIMA VISITA
METTERE UNA CROCETTA ALLE DOMANDE CHE CORRISPONDO ALMENO AL 70% A LEI

 (R Yi-)

  • Soffri di debolezza, indolenzimento o dolore nella zona lombare, o di problemi alle ginocchia?
  • Soffri di acufene o di vertigini?
  • I tuoi capelli sono diventati prematuramente grigi?
  • Soffri di secchezza vaginale?
  • Il muco cervicale a metà del ciclo è scarso o assente?
  • Hai cerchi scuri sotto o intorno agli occhi?
  • Sudi molto di notte?
  • Tendi a soffrire di vampate di calore?
  • Ti descriveresti come una persona molto apprensiva?
  • La lingua presenta un’assenza di patina? Appare traslucida oppure spellata?

(R Yan-)

  • Soffri di lombalgie premestruali?
  • Senti la zona lombare dolente oppure debole?
  • Hai i piedi freddi, specialmente di notte?
  • In genere senti più freddo rispetto alle persone che ti circondano?
  • La tua libido è scarsa?
  • Ti senti spesso ansiosa?
  • Ti svegli di notte o al mattino presto perché devi urinare?
  • Urini di frequente, e l’urina si presenta diluita oppure abbondante?
  • Soffri di diarrea al mattino presto?
  • Hai secrezioni vaginali abbondanti?
  • Il sangue mestruale tende ad avere un aspetto opaco?
  • Durante la mestruazione avverti crampi di freddo che passano con impacchi caldi?
  • La lingua è pallida, umida e gonfia?

 (MP-)

  • Ti senti spesso affaticata?
  • Hai scarso appetito?
  • Dopo il pasto avverti un calo di energia?
  • Dopo mangiato ti senti gonfia?
  • Hai voglia di dolci?
  • Soffri di diarrea, dolori addominali o problemi digestivi?
  • Hai le mani e i piedi freddi?
  • Hai il naso freddo?
  • Tendi a sentirti appesantita oppure fiacca?
  • Avverti un senso di pesantezza alla testa o di stordimento?
  • La pelle è incline alle ecchimosi?
  • Pensi di soffrire di problemi circolatori?
  • Soffri di varici?
  • Manchi di forza nelle braccia e nelle gambe?
  • Manchi di esercizio fisico?
  • Sei incline all’ansia?
  • Ti è stata diagnosticata un’ipotensione arteriosa?
  • Sudi molto, anche senza sforzarti?
  • Quando ti alzi rapidamente in piedi avverti torpore o vertigini, o cambiamenti nella visione?
  • Il sangue mestruale è filiforme, acquoso, abbondante o di colore rosato?
  • Ti senti più stanca dopo l’ovulazione o la mestruazione?
  • Hai delle secrezioni qualche giorno prima delle mestruazioni, o prima ancora?
  • Ti è mai stato diagnosticato un prolasso uterino?
  • I crampi mestruali sono accompagnati da una sensazione di pesantezza dell’utero?
  • Ti ammali spesso, oppure soffri di allergie?
  • Hai mai avuto una diagnosi di ipotiroidismo oppure di anemia?
  • Soffri di emorroidi o di polipi?
  • La lingua appare gonfia, con i segni dei denti ai lati?
  • Hai una carnagione pallida e giallastra?

(S-)

  • Le mestruazioni sono scarse e/o arrivano in ritardo?
  • Hai la pelle secca e squamosa?
  • Hai spesso le labbra screpolate?
  • Hai le unghie delle dita delle mani o dei piedi molto fragili?
  • Stai perdendo i capelli (non a chiazze, bensì su tutta la testa)?
  • Hai i capelli fragili o secchi?
  • Di sera vedi meno bene?
  • Nel periodo della mestruazione soffri di torpore o vertigini?
  • Hai le labbra, la parte interna delle palpebre inferiori o la lingua di colore pallido?

(S X) 

  • Il flusso mestruale ha sempre un colore brunastro o nerastro?
  • A metà del ciclo avverti dolore intorno alle ovaie?
  • Hai dei noduli al seno dolenti e immobili?
  • Avverti periodicamente insensibilità delle mani e dei piedi (specialmente di notte)?
  • Soffri di varici o di vene a ragno?
  • Soffri di emangiomi (aree color rosso ciliegia) sulla pelle?
  • La tua carnagione appare olivastra e “sporca”?
  • Soffri di emorroidi croniche?
  • Sono presenti coaguli nel tuo sangue mestruale?
  • Hai mai ricevuto una diagnosi di endometriosi o di fibroma uterino?
  • L’addome inferiore è dolente alla palpazione (resiste al contatto)?
  • Senti dei noduli anomali nella parte inferiore dell’addome?
  • Soffri di crampi mestruali pungenti o lancinanti?
  • La tua lingua ha un colorito scuro?
  • Hai delle macchie scure sulla lingua?
  • Le vene sotto la lingua sono contorte e tortuose?
  • Hai punti neri negli occhi?
  • Hai mai ricevuto una diagnosi di anomalie vascolari o disturbi della coagulazione sanguigna?

(F Qi X)

  • Sei incline alla depressione emotiva?
  • Sei incline all’ira e/o alla collera?
  • Prima delle mestruazioni diventi irritabile?
  • Nel periodo dell’ovulazione ti senti gonfia e irritabile?
  • Credi che l’ovulazione duri più a lungo di quanto dovrebbe?
  • Al momento dell’ovulazione il tuo seno è sensibile/dolente?
  • Avverti dolore ai capezzoli oppure secrezioni di fluido?
  • Prima delle mestruazioni avverti dolore o tensione al seno?
  • Ti sono stati diagnosticati alti livelli di prolattina?
  • Ti gonfi prima delle mestruazioni?
  • In genere hai le pupille grandi e dilatate?
  • Di notte hai difficoltà ad addormentarti?
  • Soffri di acidità di stomaco, oppure ti svegli con un gusto amaro in bocca?
  • Le tue mestruazioni sono dolorose?
  • Avverti crampi mestruali nell’area esterna dei genitali?
  • Il sangue mestruale è scuro e denso, o di colore purpureo?
  • La lingua ha un colore scuro o purpureo?

 (C-) 

  • Ti svegli presto al mattino e hai difficoltà a riaddormentarti?
  • Soffri di palpitazioni, soprattutto quando sei in ansia?
  • Soffri di incubi?
  • Hai un’aria depressa o manchi di vitalità?
  • Sei incline all’agitazione o a un’insofferenza estrema?
  • Sei impaziente?
  • Hai la punta della lingua arrossata?
  • Al centro della lingua c’è una fessura che si estende fino alla punta?
  • Sudi eccessivamente, soprattutto all’altezza del torace?

(^H)

  • Hai il polso rapido?
  • In genere hai la bocca e la gola secca?
  • Hai quasi sempre sete di bevande fredde?
  • Senti spesso più caldo rispetto alle persone che ti circondano?
  • Ti svegli sudata o soffri di vampate di calore?
  • Hai eruzioni di acne (soprattutto prima delle mestruazioni)?
  • Hai un ciclo mestruale breve?
  • Soffri di irritazioni o eruzioni vaginali?

(D)

  • Ti senti fiacca e stanca dopo i pasti?
  • Hai un seno fibrocistico?
  • Soffri di acne cistica o pustolosa?
  • Hai feci urgenti, di colore vivace o dall’odore di rancido?
  • Il sangue mestruale contiene tessuti filamentosi oppure muco?
  • Sei incline a infezioni micotiche e prurito vaginale?
  • Avverti dolori alle articolazioni, soprattutto con il movimento?
  • Sei sovrappeso?
  • Hai la lingua umida e viscida?
  • UMIDITÀ-CALORE (DH)
  • Presenti segni di calore e/o umidità simili a quelli sopra indicati?
  • Hai secrezioni vaginali giallastre o verdastre, con cattivo odore?
  • Sei incline ad avvertire prurito vaginale e/o rettale durante la fase luteale o premestruale?

(CW)

  • Rientri nella categoria del deficit di Yang renale (R Yan-)
  • Rientri nel modello del ristagno di Sangue?
  • La parte inferiore del tuo addome è più fredda al tatto rispetto al resto del tronco?